crime fiction addicted

Leggere crime fiction non è una passione, è una scelta di vita. Una vita che contempla notti buie, stanze cieche, cappelli calati sugli occhi, pioggia fitta e una nutrita schiera di morti ammazzati. Il lettore di thriller non può fare a meno dell’ansia che monta mentre gira la pagina, dello stomaco che si stringe in una morsa, del bisogno di alzare gli occhi dopo l’ultimo rigo e riprendere fiato prima di tornare a immergersi in un mondo dove spesso non esiste scampo. Non importa il momento in cui avviene il crimine, né dove. L’unica cosa che conta è l’abisso nel quale trascineranno il lettore. Perché è nel momento in cui il buio prende il sopravvento che impariamo a metterci in gioco.

i nostri percorsi

Una serie di percorsi di lettura, una serie di approfondimenti su autori, libri e personaggi che, ne siamo certi, amerai

SETTEMBRE 2019
OTTOBRE 2019
NOVEMBRE 2019

con la gentile partecipazione di

get social: